mercoledì 13 agosto 2008

Vacanze finite? Attenzione al souvenir...

immagine di tridacna presa dal web

Ecco qualche semplice accorgimento per evitare brutte sorprese, in caso di controlli, per chi decide di portare un souvenir dal luogo di villeggiatura:


- NIENTE SOUVENIR "CLASSICI": evitare le grandi conchiglie tridacne, di varie specie colorate, e strombus gigas, sempre grandi e rosa, oltre ai "bastoni della pioggia", radici di cactus che possono arrivare anche ad un metro di lunghezza. Su questi articoli esistono deroghe solo fino a tre unità;

- ANIMALI: stare alla larga dall'acquisto di animali, vivi o morti. Evitare tutte le pelli conciate o ridotte ad oggetti, souvenir, senza documenti del Paese d'origine, difficili da trovare specie se venduti sulle bancarelle;


- OGGETTI: "off limits" quelli ricavati da serpenti, animali da pelliccia, grossi felini e avorio. Si alimenta un mercato illegale, si incorre nella sanzione amministrativa e oltre un certo limite c'è anche la denuncia penale, che prevede arresto e ammenda.

2 commenti:

Luigi Morsello ha detto...

Io non corro rischi, non sono mai stato all'estero nè mai ci andrò.
Però, ottimo catalogo di avvertenze.
Brava

NUOVO CINGHIALE CASALE ha detto...

proprio qualche giorno fa al telegiornale hanno parlato dei divieti sui c.d. "souvenir" d'avorio ed affini.