martedì 12 agosto 2008

Fare jogging immersi nella natura allunga la vita

Ho letto con piacere una notizia ansa proveniente da Washington che dice: " Correre metodicamente più volte a settimana allunga la vita e rafforza la salute anche in età avanzata: a provarlo a suon di dati è un nuovo studio Usa condotto su un gruppo di 285 joggers ultracinquantenni. Seguiti per vent'anni e confrontando i dati sulla salute dei 'corridori' con quelli di un altro gruppo di volontari della stessa età, educazione, ed estrazione sociale, i ricercatori della Stanford university hanno raggiunto conclusioni chiare. Nonostante entrambi i gruppi esaminati fossero generalmente in buona salute all'inizio dell'indagine ed anche chi non correva seguisse qualche forma di esercizio fisico, i 'runners' hanno evidenziato benefici netti: la mortalità, nei vent'anni considerati, è risultata pari al 15% tra chi faceva jogging, contro un tasso di decessi del 34% tra gli altri volontari". E allora, che stiamo aspettando... con queste belle giornate di sole e la natura che ci chiama, dedichiamo qualche ora del nostro tempo a noi stessi e al nostro benessere!

9 commenti:

Luigi Morsello ha detto...

E' bene che gli aspiranti joggers sappiano che l'inventore dello 'jogging' morì d'infarto mentre stava correndo.
Quindi, adottino le cautele del caso: non correre nelle ore del solleone e completamente allo scoperto !
Sulla strada del mare adesso ne incontro tanti di questi forsennati e prego che non vadano giù mentre sto passando io: sarei costretto a soccorrerli, anche se li considero dei cretini.

Luigi Morsello ha detto...

Molto divertente !
Forse hai capito lo spirito per suscitare interesse.
Adesso tocca a te fare commenti sul mio blog !

Alessia ha detto...

Addirittura morto di infarto... poverino! Effettivamente ci sono persone fanatiche che ci tengono in maniera esagerata all'aspetto fisico che corrono in orari improponibili! Spero che leggano le vostre parole e si ravvedano... :-)
Ale

Luigi Morsello ha detto...

Si chiamava Jim Fixx, morto a 52 anni di arresto cardio-circolatorio, mentre correva.
O.T.:Vedo che usi un termine ("poverino") che usa spessissimo mia figlia Daniela e ciò ti rende ancora più simpatica ai miei occhi.
Daniela ha 34 anni, è la mia terza ed ultima figlia.

Anonimo ha detto...

marò
mo me ce lo ritroviamo anche sul tuo blog...
oddiooooooo
sotto ogni notizia...c'è lui...
ma chi è?

Alessia ha detto...

Caro anonimo, colgo l'occasione del tuo post per ripetere quello che ho detto in separata sede a qualcun altro... questo blog nasce come raccoglitore degli articoli di natura che scrivo per un quotidiano locale e, per dare risalto a quanto più eventi sull'ambiente (in positivo o negativo) si verificano... Quindi, largo a discussioni, commenti e critiche costruttive sulla salvaguardia dell'ambiente, sull'emergenza rifiuti o su quello che di bello la natura ci offre... Il prossimo commento che mi lascerai, caro anomino, spero sia su un indovinello fotografico o su un qualsiasi altro argomento.
Alessia Saggese

Alessia ha detto...

Errata corrige: commento e non post...

Anonimo ha detto...

cara alessia,
ma noi volevamo farti i complimenti per questo blog che ospita davvero notizie interessanti e particolari, cose che da altre parti vengono ignorate. ma abbiamo notato che sotto ogni tuo articolo, appare sempre qualche commento firmato dalla stessa persona. è vero, si, che la disucssione deve essere allargata e aperta a tutti, ma non si può leggere sempre l'opinione di una sola persona che si precipita a scrivere sotto ogni notizia.
tutto qui.
complimenti per il tuo lavoro...continua così. noi ti seguiremo ancora.

Alessia ha detto...

Cari anonimi, grazie per i complimenti e aspetto tanti commenti, consigli, segnalazioni di vario genere riguardante l'ambiente e spunti per riflettere insieme. Chiedo scusa, ho travisato. A presto!
Ale